CONSULENZA E REPORTING DIREZIONALE

La capacità di elaborare, consapevolmente e tempestivamente, strategie aziendali adeguate a gestire scenari economici sempre più complessi e mutevoli, è condizione essenziale per il successo dell'impresa

L'introduzione ormai diffusa di modelli di analisi dei dati, consuntivi e previsionali (verifica degli scostamenti, budget e business plan), richiede che le informazioni così elaborate siano rappresentate in un documento di sintesi utile a visualizzare le informazioni strategiche ed i legami di interazione esistenti tra le stesse il Report Direzionale.

Il Report Direzionale è sviluppato applicando le tecniche di visualizzazione dell'informazione a modelli di analisi multidimensionale; il risultato è un modello che consente la "percezione sensoriale" della realtà aziendale nella sua complessità, in modo semplice e facilmente percepibile, senza escludere la possibilità di orientare l'analisi nelle singole diverse prospettive (industriale, economica, finanziaria, patrimoniale, commerciale, legale, ecc).

Leggi tutto >>

L'approccio tradizionale alla creazione di sistemi di reporting è fortemente focalizzato sull'analisi degli scostamenti (tra dati consuntivi e budget) dei valori economico-finanziari.

L'approccio moderno affianca alle analisi di tipo tradizionale strumenti di controllo strategico basati sull'individuazione degli indicatori, quantitativi e qualitativi, di performance aziendale (Key Performance Indicators).

I KPI rappresentano in modo intuitivo i fattori di forza e debolezza, i rischi e le opportunità, in sintesi i fattori critici di successo dell'impresa e consentono di analizzare, in forma dinamica e nelle diverse prospettive (economico/finanziaria, processi, competenze, clienti, ecc.), il contesto competitivo in cui opera l'azienda.

L'approccio moderno è quindi finalizzato al controllo della competitività aziendale attraverso strumenti di analisi modellati sulle esigenze della Direzione.

La struttura del Report Direzionale è progettata in funzione delle informazioni rilevanti da visualizzare, quali:

  • analisi dei dati consuntivi
  • budget
  • analisi degli scostamenti
  • business plan
  • analisi break even point
  • valutazione degli investimenti
  • valutazione scelte make or buy
  • valutazione della capacità finanziaria
  • analisi dei competitors

La pluriennale esperienza professionale maturata nella pianificazione ed attuazione delle operazioni societarie straordinarie risulta essere elemento determinante nella progettazione e realizzazione della struttura del Report Direzionale, strumento capace di visualizzare le interrelazioni esistenti tra le molteplici variabili che caratterizzano operazioni quali:

  • gestione dei rapporti banca - impresa
  • valutazione d'azienda
  • operazioni di finanza straordinaria (acquisizioni, fusioni, scissioni, ecc.)
  • piani di riorganizzazione e ristrutturazione societaria
  • mediazione di conflitti societari (tra soci e tra i soci e la società)
  • passaggio generazionale
  • rete di imprese: creazione e definizione della governance

La progettazione dei Report Direzionali non ha come obiettivo la semplice visualizzazione delle informazioni rilevanti, ma la visualizzazione del loro impatto nel contesto aziendale di appartenenza, evidenziandone punti di forza e debolezza, assumendo quindi carattere di strumento strategico a supporto delle scelte dell'imprenditore.